“Stiamo aspettando dal governo un piano di ricostruzione che ci dica dove e come ricostruire le nostre case… e speriamo che arrivino anche abbastanza soldi per farle”.

(Hidayat Ali Shah, 50 anni, Valle Kaghan)


“Ho circa 35 studenti e quando c’è un esame li porto fuori da una tenda, così non copiano. 
Però se piove devo rimandare il compito in classe al primo giorno di sole”.

(Maestro del villaggio di Chakoti)

Lunedì 9 ottobre alle ore 18.30 si inaugura a Milano presso Forma, Centro Internazionale di Fotografia, la mostra PAKISTAN, LA SCUOLA NEL CIELO di Giovanni Diffidenti.

Giovanni Diffidenti

Giovanni Diffidenti

 

Sono queste le testimonianze che Giovanni Diffidenti ha immortalato con gli scatti fotografici realizzati nel suo viaggio nel Pakistan settentrionale, tra le macerie di una regione duramente colpita dal sisma del 2005 e che, oggi, a distanza di un anno, fatica a ritrovare la normalità. Attraverso le fotografie di Diffidenti, in mostra dall’11 al 29 Ottobre presso Forma, Centro Internazionale di Fotografia, la gente del luogo prende finalmente la parola e, senza altre mediazioni, disvela la propria storia. A fronte della dimenticanza della comunità internazionale e dei grandi media, che sembrano aver ormai archiviato questa emergenza umanitaria ancora in atto, nessuna denuncia può essere più forte ed efficace di questi volti. Le foto di Giovanni Diffidenti ci parlano di distruzione, lavoro, sgomento, ma anche di coraggio, incontro e solidarietà. Negli scatti, il dramma del sisma sembra essersi sublimato nella determinazione degli abitanti, decisi a ripartire, a continuare a vivere. In questo contesto, dunque, la ricostruzione assume il significato di rinascita.

La mostra è un’importante occasione di sensibilizzazione, senza altri filtri se non l’obiettivo della macchina fotografica, ma anche di partecipazione attiva al progetto “La scuola nel Cielo”, promosso da MEDIAMARKET per garantire supporto all’iniziativa di ricostruzione del Cesvi, con la collaborazione di Canon.

Giovanni Diffidenti

Giovanni Diffidenti

Acquistando il libro che raccoglie l’intero reportage fotografico, disponibile presso i punti vendita Media World e Saturn, si partecipa al finanziamento della ricostruzione di una scuola elementare. Il costo della pubblicazione, pari a 6,90 Euro, è interamente devoluto all’iniziativa.

“[…] Le risposte che la comunità internazionale riesce a dare alle differenti situazioni sono però diverse, a seconda delle circostanze. Il sostegno delle persone e la vicinanza spirituale sono simili, ma spesso, le risposte concrete non lo sono affatto, e dunque gli interventi a fronte di grandi o piccole tragedie, di arretratezze, di carestie ed epidemie, di guerre e devastazioni e le persone che ne sono tragicamente coinvolte, trovano attenzioni e sostegni diversi per tanti motivi. Questo genera in noi il pensiero che si debba avere ancora più attenzione verso quelle situazioni che, per varie circostanze, sono meno seguite dai media e dal grande pubblico”. (Pierluigi Bernasconi AD Mediamarket dal libro La scuola nel cielo).