In occasione della presentazione del progetto DÚO#4 Sobre la Frontera Sur

intervista a cura di Alessia Glaviano, photoeditor senior di Vogue Italia

In collaborazione con ZONA

image1

 

“Frontera Sur” è un’indagine multimediale (testi, fotografie, video) che esplora il fenomeno della migrazione a Ceuta e Melilla, le due enclavi spagnole situate in Marocco. Grazie alla loro posizione geografica, sono diventate le uniche porte d’ingresso accessibili via terra per chi arriva dall’Africa e vuole migrare in Europa.
Dal 2011 seguo il percorso dei migranti tra il Marocco e la Spagna: ho fotografato la vita quotidiana di centinaia di migranti nelle foreste marocchine dove si rifugiano, in condizioni disumane, pronti a entrare in Europa; ho visitato le case occupate del quartiere Bhoukalef di Tangieri dove i migranti nascondono i canotti che serviranno per attraversare lo stretto di Gibilterra.
Ho sentito le grida di gioia dei migranti durante gli assalti al perimetro della frontiera e quelle di dolore dovute alla violenta repressione delle forze militari sul confine spagnolo e marocchino.
Il mio lavoro fotografico nasce dall’esigenza di testimoniare la frontiera spagnola, forse quella meno documentata e conosciuta tra quelle europee che oggi affrontano il grande tema della migrazione.
Gianfranco Tripodo

“DÚO” è una pubblicazione monotematica che esplora e utilizza il racconto giornalistico sotto forma di reportage che nasce dalla collaborazione tra un giornalista e un fotografo.
Ha il formato di un quotidiano cartaceo ma non ha una cadenza di uscita fissa. E’ prodotta dalla casa editrice PHREE, il collettivo di fotografi NOPHOTO e lo studio di design UNDERBAU che hanno lavorato allo sviluppo di questo progetto con l’intento di sostenere e sperimentare nuove forme di giornalismo.
La pubblicazione si compone di quarantadue pagine di testo e fotografie, nelle quali gli autori si servono degli strumenti classici del giornalismo d’inchiesta per far luce su tematiche poco battute dall’editoria mainstream.
Sul sito della casa editrice PHREE è possibile sfogliare i numeri già pubblicati:
http://phree.es/duo

Ingresso Libero, non occorre prenotare

Forma Meravigli

via Meravigli, 5

Milano