Piergiorgio Branzi: l’archivio fotografico

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

L’archivio: descrizione e composizione
L’archivio è costituito da negativi e provini; stampe fotografiche, moderne e vintage, sia analogiche, sia digitali; una biblioteca di libri fotografici propri e di altri autori; documenti relativi a mostre, attività e progetti. Ai reportage dedicati al centro-sud dell’Italia, si affiancano quelli realizzati nei viaggi Spagna e Grecia, ai soggiorni in Russia e a Parigi. I soggetti presenti vanno dalla ritrattistica ambientata alla foto artistica, dal paesaggio e all’ambiente urbano.

Biografia
Piergiorgio Branzi (Siena 1928). La sua attività come fotografo inizia nei primi anni Cinquanta, periodo in cui si avvicina al gruppo formalista della Bussola. Nel 1953 espone per la prima volta alla “Mostra della Fotografia Italiana” presso la Galleria della Vigna Nuova di Firenze. Tra il 1955 e il 1957 si dedica sempre più alla fotografia, partecipando a importanti mostre e vincendo numerosi concorsi. Dopo aver collaborato con la rivista “Il Mondo” di Mario Pannunzio, nel 1960 è assunto dalla RAI e intraprende la carriera giornalistica, rallentando la produzione fotografica. Come inviato della RAI, nel 1962 si trasferisce a Mosca per circa quattro anni, primo corrispondente occidentale oltre la Cortina di Ferro. Dagli anni Sessanta espone in diverse città italiane, tra cui Torino nel 1997, dove gli viene conferito il titolo di Fotografo dell’anno. Le sue fotografie sono state esposte nelle maggiori mostre collettive dedicate alla fotografia italiana del Novecento, di cui è considerato un maestro indiscusso. Il suo sguardo si concentra nel cogliere il gioco delle linee e delle forme, senza mai trascurare la poetica della realtà. I suoi lavori fanno parte di numerose collezioni private e pubbliche, quali la Bibliothèque Nationale de France a Parigi, che nel 2007 ha costituito un fondo permanente a lui dedicato; il MOMA di San Francisco, il Guggenheim Museum di New York; il Fine Art Museum di Houston.

Bibliografia selezionata:
AA.VV. 26 Fotografi Italiani, IV Mostra di Fotografia Città di Spilimbergo, Udine, 1957
Piergiorgio Branzi: cinque anni di fotografia 1954-1959, testo di Piero Berengo Gardin, 1981
Piergiorgio Branzi, testi di E. Carli, P. Racanicchi, I. Zannier, Monografie F.I.F.A.F, Firenze, 1997
Forme di Luce, testi di I. Zannier e S. Weber, Firenze, 1997
Diario Moscovita 1962-67, Trieste, 2001
Piergiorgio Branzi, testi di S. Phillips eP. Morello, Palermo, 2003
Piergiorgio Branzi, a cura di P. Boggiano and L. Castellini, Genova, 2006. Il giro dell’occhio, Roma 2015

Mostre
“Incanti e altri ritratti”, Fondazione Forma per la Fotografia, 2006
“Piergiorgio Branzi. Fotografie. 1952-2007”, Galleria Civica, Bolzano, 2008
“Terre senza cielo”, Fondazione Malvina Menegaz per le arti e le culture, 2009
“Flâneur”, Leica Galerie Milano, 2016
“Parigi, 1954-2017”, Contrasto Galleria, 2017